lunedì 22 marzo 2010

Per salvare i cetacei (e non solo) aiutiamo Cetacea



Nel 1988 nasce a Riccione (RN) la Fondazione Cetacea Onlus e da sempre si occupa di tartarughe marine, squali e, naturalmente, cetacei.

Dal momento della sua fondazione è intervenuta su oltre 1500 tartarughe marine e 200 cetacei spiaggiati, raccogliendo campioni biologici e dati scientifici di grande rilevanza; ha curato, accudito e reimmesso in libertà un grande numero di animali marini contribuendo a tutelare la ricchezza e la biodiversità del nostro mare; ha formato centinaia di studenti universitari, che hanno svolto presso la Fondazione il tirocinio o realizzato la tesi di laurea. E' divenuta, lungo tutta la costa emiliano/romagnola e marchigiana, un punto di riferimento tale da essere considerata alla stregua di un servizio pubblico. Ma senza percepire alcun sostegno economico pubblico.

Operando a titolo completamente gratuito e basando la propria esistenza sulle donazioni di volontari e simpatizzanti, Cetacea ha gravemente risentito della crisi degli ultimi anni, cui ha corrisposto anche un sempre crescente numero di interventi. Aumentano le esigenze di soccorso di cetacei e tartarughe e diminuiscono le entrate.

Cosa possiamo fare, in concreto, per evitare che Fondazione Cetacea chiuda? Innanzi tutto, possiamo fare una donazione - anche piccola - o devolvere a suo favore il 5 per mille. Poi possiamo spargere la voce, scrivendo un post sul nostro blog o inserendo un banner, inviando mail ai nostri amici e conoscenti. Inoltre possiamo firmare la petizione e chiedere ad altri di fare lo stesso.
Forza, tutti insieme potremo scrivere un'altra "buona notizia"!

8 commenti:

  1. hai ragione ottima iniziativa!

    RispondiElimina
  2. Non conoscevo questa fondazione. Ora raccolgo un po' di informazioni sul suo alvoro, poi vedo cosa posso fare per darle una... pinna. :)
    Ciao Viviana.

    RispondiElimina
  3. giro alla mia mailing list! sbattimento però la registrazione della petizione online. ok, ok. non è quello l'importante!!! :-P

    RispondiElimina
  4. una bella iniziativa partecipo anche io, non conoscevo questa realtà

    RispondiElimina
  5. Eccomi... ci sono anche io.
    Comincio firmando la petizione ma non mi fermo a questo.
    Sono convinta che preservando la possibilità di vita di molti animali a rischio e le condizioni degli ambienti terrestri e marini, facciamo molto per la nostra sopravvivenza...
    Buona giornata e grazie delle informazioni!

    RispondiElimina
  6. * Bene Ernest, allora conto senza dubbio alcuno sul tuo sostegno alla causa! :-)

    * Ross, sono sempre più convinta che anche la più piccola azione concreta, se fatta da molte persone, possa realmente cambiare le cose. Io "una pinna" cerco di darla loro ormai da anni - praticamente da quando ho saputo della loro esistenza - e spero che sempre più persone comprendano il lavoro importante che questa associazione (come moltissime altre associazioni di volontariato) svolge. Grazie fin da adesso!

    * Zion, grazie per aver girato l'appello alla tua mailing list! Se poi firmare la petizione è un problema, puoi sempre scegliere un altro modo per sostenere Cetacea e... staccare un assegno! He! He! He! Dai che scherzo! Grazie per tutto quello che fai! Un abbraccio!
    :-)

    * Carmine, grazie del sostegno. Purtroppo questa, come moltissime altre associazioni che vivono di volontariato, è poco conosciuta. Ma sarebbe davvero un danno se dovesse chiudere!

    * Brava Kai, non avevo dubbi circa il tuo sostegno e la tua sensibilità! Ti ringrazio e concordo con te in pieno: salvare questi animali, questo ecosistema, significa in ultima analisi salvare noi stessi. Un abbraccio!

    RispondiElimina
  7. ciao Viviana
    ho messo il link dell'associazione nel blog
    un saluto

    RispondiElimina
  8. * Grazie Ernest! Sono certa che in tanti riusciremo a fare qualcosa!

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...