lunedì 16 giugno 2008

Contro l'abbandono, in mille modi diversi


Qualcuno (fortunato lui!) ha già preparato i bagagli per partire in vacanza. Bermuda, infradito e crema solare alcuni; scarponcini, calzettoni e zaino da trekking altri.

Ma chi ha accolto nella sua vita e nella sua casa un cane od un gatto, in periodo di vacanza oltre ai bagagli deve pensare anche a qualcosa in più: come comportarsi con l'amico a quattro zampe.
Molti scelgono di lasciarlo a casa (soprattutto gli amici dei gatti, sapendo che i loro compagni pelosi non vanno pazzi per i cambiamenti), chiedendo a qualche parente o vicino di occuparsi di lui; altri optano per la soluzione offerta dai canili - e gattili - che prendono in custodia i nostri amici garantendo loro cure ed attenzioni (qui trovate una cartina con le pensioni disponibili per regione); altri ancora scelgono di portare con sè in vacanza anche l'amico a quattro zampe (sono ormai numerosi gli alberghi che accettano cani, gatti e persino furetti ed altri animali da compagnia; qui trovate un elenco).

Poi ci sono gli idioti insensibili ed inumani che, semplicemente, si "sbarazzano del peso", abbandonando la creatura che fino a pochi giorni prima avevano accudito e carezzato. Mentre auguro a costoro di trascorrere delle vacanze terribili, angoscianti e, se possibile, funestate anche dalla presenza costante di un qualche virus intestinale persistente, dedico qualche riga a chi si occupa dei purtroppo sempre troppi randagi.

Queste persone, in larghissima misura volontarie, mettono il loro tempo e spesso anche i loro risparmi a disposizione delle creaturine che vengono abbandonate. Ho già avuto modo di dare spazio ad alcuni di loro nella colonna a destra del blog, tra le notizie "In primo piano" e "Diamogli una zampa", ma desidero ora dedicare loro un post spiegando anche cosa ciascuno di noi può fare per contribuire. Tralasciando l'adozione diretta di una di queste creaturine (che sarebbe la soluzione migliore, ma purtroppo non sempre è attuabile), ci sono un'infinità di azioni più o meno grandi che ciascuno di noi può fare per aiutare cani, gatti e volontari.
Voi potete iniziare cliccando su ciascuna foto qui sotto... :-)

AmiciMici, gruppo operativo a Busto Arsizio (VA) e zone limitrofe. Come si può aiutarlo?
- Donando parte del proprio tempo come volontario
- Sostenendolo con una donazione economica (= soldini tintinnanti) o con donazione di cibo per gatti (= scatolette prelibate o gustosi croccantini)
- Acquistando i manufatti che i volontari producono e vendono in mostre feline, fiere e manifestazioni
- Realizzando (se il bricolage non vi spaventa) dei ripari per il cibo delle colonie
...


L'Arca dei Gatti, gruppo operativo a Santa Teresa di Gallura (OT). Come si può aiutarlo?
- Donando parte del proprio tempo come volontario
- Sostenendolo con una donazione economica (= soldini tintinnanti sul C/C Postale 14716070 intestato a: "L'Arca dei Gatti" Via Italia, 1 - 07028 S. Teresa Gallura - OT) o con donazione di cibo per gatti (= scatolette prelibate o gustosi croccantini)
- Acquistando uno dei simpatici
gadgets proposti a sostegno dei mici bisognosi
- Acquistando un tiragraffi o una casetta, per garantire cibo e cure ai gatti di Gallura
- Adottando un gatto a distanza
...

L'Associazione Volontari Amici dei Randagi, operativa a Brescia (BS). Come si può aiutarla?
- Partecipando alle attività di
volontariato attivo, donando parte del proprio tempo
- Diventando "
Amico dell'Oasi", con una donazione in denaro su conto corrente postale o bancario
- Donando cibo o materiale per la pulizia e l'igiene del gattile o, ancora, plaid, salviettoni, coperte, cuscini... o materiale sanitario e veterinario (guanti in lattice, cotone, siringhe, garze, antibiotici... cliccando
qui trovate tutta la lista di ciò che occorre!)
- Diventando
sponsor del gattile
- Adottando un micio a distanza
- Adottando un micio "
speciale"
...

Associazione EMI, operativa a Fagnano Olona (VA). Come si può aiutarla?
- Donando parte del proprio tempo come volontario
- Sostenendolo con una donazione economica (= soldini tintinnanti sul C/C 7807 - Banca Popolare di Bergamo ag. Cairate CIN O - ABI 05428 - CAB 50050)
- Adottando un cane a distanza
- Donando materiale veterinario (antiparassitari, anti filaria...), cibo e biscottini per le passeggiate
- Divulgando volantini o copiando ed incollando sul proprio sito web o blog il simpatico
cagnolino e facendo così pubblicità, e, naturalmente, spargendo la voce tra amici e conoscenti
...

Gli amici del Randagio, gruppo operativo a Mariano Comense (CO) e zone limitrofe. Come si può aiutarlo?
- Donando parte del proprio tempo come volontario
- Sostenendolo con una donazione economica (= soldini tintinnanti) o con donazione di cibo (= scatolette prelibate o gustosi croccantini)
- Adottando a distanza un ospite del canile
- Acquistando i prodotti a marchio Randagio Lifestyle i cui proventi sono devoluti a sostegno dei canili
...

EDIGA - Ente Difesa Gatti di Palermo, gruppo che opera a Palermo (PA). Come si può aiutarlo?
- Associandosi, versando una quota mensile di € 11,00 sul c/c postale 14556906 intestato a Ente Difesa Gatti, via Liguria, 1 - Palermo
- Adottando a distanza uno degli ospiti del gattile, inviando ogni mese per il suo mantenimento € 21,00 sul c/c postale 14556906 intestato a Ente Difesa Gatti, via Liguria, 1 - Palermo. E' possibile andare a trovare - e coccolare! - il proprio micetto adottato a distanza ogni volta che lo si desidera
- Regalando al rifugio di tutto: occorrono medicinali, pezze di lana, vecchie coperte, pane duro, pasta, carne e pesce; se volete spedire un pacco con questi doni per il rifugio, fatelo all'indirizzo di Via Liguria 1, cap 90144, Palermo, alla cortese attenzione della Sig.ra Narzisi, che è la responsabile del rifugio (in quanto il servizio di posta al rifugio, che è in aperta campagna, non funziona ancora)
- Facendo una donazione libera al rifugio di soldi per pagare il cibo, l'acqua, i detersivi, la segatura, e sacchi per la spazzatura e per finire di costruire il nuovo rifugio e quant'altro è necessario
- Donando parte del proprio tempo come volontario
- Sostenendolo con una donazione economica (= soldini tintinnanti) o con donazione di cibo per gatti (= scatolette prelibate o gustosi croccantini)
- Facendo così pubblicità, e, naturalmente, spargendo la voce tra amici e conoscenti
...
Come vedete le possibilità sono quasi infinite. Basta la volontà di dare una mano. Anche da lontano, con una piccola donazione o un'adozione a distanza. :-)

12 commenti:

  1. è bello leggere il tuo post...dopo le tante cattiverie che si sentono, ti mette speranza...
    l'abbandono è una cosa indegna. Ti fa capire che molta gente equipara cani, gatti, conigli ecc a giocattoli. Inorridisco quando vedo dei bambini trattare gli animali come oggetti senza che i genitori facciano loro comprendere che sono creature che devono essere rispettate...
    Quando si prende un animale in casa, ci si deve rendere conto che le nostre vite cambieranno radicalmente e quella creatura diventerà un membro effettivo del nucleo familiare con le sue esigenze. nè più nè meno di un bimbo.
    noi andavamo in vacanza solo dove accettavano il mio defunto cane. e ho dei ricordi bellissimi di quei giorni..la mia piccina diventava la mascotte dell'albergo!
    :*** grazie mille per gli auguri. Soprattutto per aver messo il link dell'ediga e al contributo che darai. Sono piccoli grandi gesti che dicono tanto.
    un abbraccio...

    RispondiElimina
  2. ciao carissima!!! mi ricollego dopo settimane e non potevo non fare un salto nel blog più sensibile che conosco! bax!!!

    RispondiElimina
  3. Ciao V.
    Ti scrivo subito subito prima che la giornata di lavoro mi travolga come nelle ultime settimane!!!
    Ma io qui ero già passata ieri, sai?
    Non sempre trovo il tempo di scrivere..... ma per passare.... o si, da te passo tutte le volte che il tempo me lo concede!
    CErto che faccio qualche cosa.
    Ho già preso nota del post (così non mi segno tutti i link) e già iniziato a contattare i vari canili, gattili, associazioni.
    Una cosina per tutti e vediamo cosa si può fare!
    nasinasi speranzosi

    p.s. a ...... Vi...... te lo ho mai detto che ti voglio bene tanto grande così?.......

    RispondiElimina
  4. L'abbandono non lo prendo neppure in considerazione ovviamente.
    Utilissimo questo post.
    In ogni citta -credo almeno- ci sono canili e gattili che accettamo qualsiasi tipo di aiuto e dove tra l' altro si possono prendere -anzi adottare- gratuitamente cani e/o gatti sani (e spesso gia sterilizzati, nel caso dei gatti)
    Un saluto, ciao

    RispondiElimina
  5. BUUU a chi abbandona gli animali!!!

    Grazie mille per il bel commento, CIAO!!! :-D

    RispondiElimina
  6. * Aguamala, ti ringrazio e, naturalmente, sottoscrivo ogni tua virgola circa l'abbandono e la resposabilità che comporta l'accogliere un'altra creatura nella propria vita.
    Io, dopo aver lasciato un anno il mio cane in una pensione ed averlo trovato poi smagrito ed avvilito, in seguito mi sono organizzata coi miei in modo tale che si facessero "vacanze separate" e qualcuno rimanesse sempre in casa con Ralf. E non mi sono mai, mai pentita di questa scelta.
    Un abbraccio! :-)

    * Vivi-col-cuoricino, bentornataaaaaa!!! Ti ringrazio per essere passata, a presto!

    * Miciapallina, che bello trovarti quiiii!!! E che bello sapere che, anche se non trovi tempo (o modo) per scrivermi, cerchi comunque di passare per un salutino... Anch' io ti voglio bene bene ma proprio bene e questo mi riempie di gioia!
    Spero davvero che anche tu riesca a mettere un bannerino che dia risalto a qualcuna di queste associazioni, perchè fanno davvero molto e trovo sia giusto parlare di loro. Ti abbraccio forte, strusciando il naso!

    * Suburbia, e ci mancava solo che lo prendessi in considerazione, l'abbandono! La sensibilità che dimostri coi tuoi post non avrebbe mai potuto conciliarsi con una simile mostruosità!
    E' vero: se non tutte, comunque molte città hanno un canile e/o un gattile e ciascuno di noi può fare qualcosa per aiutare. Si va dalla "normale" donazione di denaro a quella di medicinali veterinari o di scatolette di cibo, arrivando fino al bricolage per la realizzazione di cucce e ripari e all'apposizione di banner per "far pubblicità"... Ciascuno di noi può far qualcosa! ;-)

    * Lario3, mi unisco al tuo BUUUUU! Ciao! :-D

    RispondiElimina
  7. E proprio il giorno dopo (ti ho pensata) guarda che cosa fa una mia concittadina!

    RispondiElimina
  8. * Suburbia, ce ne fossero di nonnine così! La vita di questa signora non deve essere stata facile, la perdita di un figlio deve essere un dolore terribile... ma la generosità ha avuto il sopravvento su tutto. Che bella storia, grazie!

    RispondiElimina
  9. Ciao, è da un po' che ti leggo senza scrivere... Ma "Gli amici del randagio" fanno capi d'abbigliamento a favore dei cani abbandonati? Grazie e ciao

    RispondiElimina
  10. Ciao Martina! Sì, "Gli amici del randagio" realizzano e vendono capi d'abbigliamento a favore dei canili rifugio di Mariano Comense ed Erba, entrambi in provincia di Como. Qui trovi spiegato tutto per benino. Ciao!

    RispondiElimina
  11. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il commento è stato eliminato in quanto non pertinente e contenente messaggi pubblicitari.

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...