giovedì 4 aprile 2013

Inarrestabile Ronda Rousey, la regina delle MMA sconfigge Uriah Hall

Ronda Rousey pare non conoscere ostacoli e, se ne trova, non è certo essere tipo da scoraggiarsi ma, anzi, combatte fino a quando non riesce a scalzarli dal proprio cammino. Questa bella ragazza bionda, della quale avevo già scritto, potrebbe probabilmente campare serena svolgendo la professione di modella o di speaker sportiva, ma lei predilige decisamente la vita d'azione e continua a calcare il ring combattendo all'interno dell'ormai celebre gabbia che caratterizza gli incontri di MMA.
Attualmente vanta nella sua carriera di atleta professionista 7 vittorie e nessuna sconfitta che, sommati ai suoi risultati amatoriali, la portano al record di 10 vittorie su 10 incontri disputati. E, cosa ancora più impressionante, tutti i combattimenti si sono conclusi allo stesso modo: vittoria per armbar nel primo round.
Recentemente Ronda è balzata agli onori delle cronache per aver battuto non una, ma ben due volte il fighter Uriah Hall, campione di Mixed Martial Arts nella categoria Pesi Medi attualmente in carica. Ecco il video che, in poco tempo, ha già fatto registrare migliaia di visualizzazioni in tutto il mondo.


Personalmente ho il sospetto che si tratti di una trovata pubblicitaria: è evidente che non ho nulla contro le donne che praticano arti marziali e sport da combattimento, facendo anch'io parte della categoria, e anzi nutro il massimo rispetto per Ronda e per le altre atlete che si cimentano con passione in queste discipline, riuscendo a mietere successi. Tuttavia, appunto perchè in allenamento ho avuto modo di confrontarmi anche con atleti maschi, devo dire che uomini e donne hanno innegabilmente una diversa struttura fisica e che, soprattutto in discipline come questa che prevedono la lotta a terra, la differenza di peso gioca un ruolo molto importante.
Se di trovata pubblicitaria non si tratta, è verosimile che Uriah abbia sottovalutato la propria avversaria, non impegnandosi al massimo e pagando poi lo scotto di questa errata stima. Ma, a parer mio, questa sarebbe un'ipotesi verosimile per il primo combattimento e non certo per il secondo, quando ormai un fighter esperto del calibro di Hall avrebbe dovuto "prendere le misure" della propria avversaria ed impegnarsi maggiormente nell'incontro.
E' anche possibile che Uriah "ci sia andato piano" inconsciamente, per una sorta di cavalleria involontaria che spesso caratterizza i combattenti maschi quando si trovano a confrontarsi con atlete dell'altro sesso. Anche questa ipotesi trae origine dalla mia esperienza personale: tante volte in allenamento mi confronto con ragazzi che, magari inconsciamente, non danno il massimo trovandosi davanti una donna, temendo di poter fare del male all'avversario. Ogni combattimento prevede una dose di rischio, la possibilità di rimanere feriti o ferire è chiaramente molto presente, ma nessun fighter che si rispetti affronta il combattimento con lo scopo di annientare l'avversario arrecandogli il maggior danno possibile. E questo ostacolo psicologico si accresce in modo esponenziale quando l'avversario è una donna, strutturalmente diversa e più minuta.

Proprio in tema di differenze fisiche tra combattenti uomini e donne, vi lascio con questo divertente video: è una parodia, gustatevela!



7 commenti:

  1. È sempre bello e istruttivo leggere i tuoi post...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Davide, sei sempre troppo gentile! Grazie!

      Elimina
  2. Ma dai... non ci vuole molto a capire che è una farsa. In un combattimento reale Uriah massacrerebbe Ronda Rousey.

    RispondiElimina
  3. In questo video si vede chiaramente che Gegard Mousasi "gioca", nel senso che non si impegna più di tanto )solo lo stretto necessario), mentre la spocchiosa Ronda, tutta rossa in viso, dà il massimo... Nonostante ciò fa una figura di merda.
    http://www.youtube.com/watch?v=o9xjs2fWJEs

    RispondiElimina
  4. Immagina se Ronda Rousey venisse colpita in faccia, allo stomaco e alle gambe da un lottatore di MMA, con calci, ginocchiate e pugni: cosa resterebbe di lei? Ovviamente una maschera di sangue e un immediato ricovero nell'ospedale più vicino. Ad andar bene, perché contro un uomo, veramente determinato a non "rispettarla" perché donna, la suddetta rischierebbe di lasciarci anche la pelle.

    RispondiElimina
  5. In questo video, un po' più serio di altri, Nick Diaz, lottatore di MMA esperto di Sambo e BJJ, nel finale "strangola" Ronda Rousey...
    http://www.mma-core.com/videos/other/UFCs_Nick_Diaz_Happy_To_Train_With_Ronda_Rousey_Not_Mad_At_G/10026289

    Ergo, la differenza che passa fra la realtà e la leggenda urbana-mediatica...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anonimo, vista quantità di commenti da te inseriti potevi almeno sceglierti un nickname :-) , comunque, a parte questo inciso, se ti sei preso qualche istante di tempo per leggere l'articolo di accompagnamento al video avrai certamente notato che io stessa, sulla base della mia personale esperienza, ritengo altamente improbabile che Uriah Hall abbia combattuto seriamente questo incontro. Ciao e grazie per i commenti.

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...