giovedì 29 dicembre 2011

I biscotti delle feste



Questa fotografia è l'unica che mostra il vaso di biscotti ancora quasi pieno, ma è bastato il tempo di un click della macchina fotografica per vedere rimanere soltanto le briciole. I biscotti sono semplicissimi, di frolla, e accompagnano da anni i miei giorni di Avvento: li preparo prima che comincino le vacanze invernali, da condividere con amici e colleghi. Il loro costante successo, che si rinnova di anno in anno, mi convince sempre più di come sia vero il detto che le cose più buone sono anche le più semplici.

La pasta frolla è forse la preparazione di base più conosciuta e utilizzata non solo perchè davvero buona, ma anche facile facile da realizzare. Per preparare la vostra base per i biscotti potete seguire la ricetta proposta da Giallozafferano o da Viviana, o scovarne qualche altra versione su numerosi foodblogs; io uso la stessa della base per la crostata:
- 300 gr. di farina 00
- 100 gr. di zucchero
- 150 gr. di burro
- 1/2 bustina di lievito
- 3 uova (2 tuorli e uno intero)
e, in più, procuratevi della cannella in polvere e un agrume bio non trattato.

Lavoro rigorosamente a mano, nel modo più veloce possibile, lo zucchero con il burro e aggiungo poi la farina e le uova. Il lievito lo metto se mi ricordo, ma tanto i biscotti non devono diventare alti e quindi anche se non lo aggiungete non fà molta differenza…
Quando l'impasto ha una bella consistenza omogenea, dividetelo in tre parti più o meno uguali.
Mettete la prima parte sulla spianatoia e portatela ad uno spessore di uno o due centimetri, poi con una formina ricavate i diversi biscotti e metteteli in forno a 180° fino a quando diventano dorati. Estraeteli facendo molta attenzione, perchè la frolla calda si rompe con grande facilità, e posateli su un piatto per farli raffreddare.

Quando abbiamo utilizzato tutta la prima parte dell'impasto, prendiamo la seconda e aggiungiamo la cannella. A me piace molto, quindi ci metto una generosa spolverata. Impasto ben bene, fino a quando le screziature della cannella scompaiono e il colore diventa omogeneo. A questo punto spiano la pasta, ritaglio i biscotti con una forma diversa (così, chi non ama la cannella, starà alla larga da quella forma) e inforno.

Terza e ultima parte dell'impasto. Lavo ben bene il mio arancio (o mandarino, o limone, ciò che più vi piace) biologico e ne grattugio un po' di scorza nell'impasto, poi aggiungo un po' di succo - l'impasto inizia ad appiccicarsi alle mani e a disfarsi - e ancora un po' di farina - fino a quando l'impasto torna bello sodo e non si appiccica più - e lavoro velocemente. Stendo poi la pasta, ritaglio con una terza formina i biscotti e inforno.

Et voilà, un modo facile facile per avere tre tipi di biscotto. Un modo che farebbe inorridire moltissimi chef, pasticceri e convinti sostenitori della scienza tra i fornelli, basata su pesature infinitesimali e ingredienti calcolati come elementi chimici, ma che fa godere le papille gustative e che, quindi, per me va benissimo!

7 commenti:

  1. Et voilà...:)))
    ...starò alla larga della cannella.:))

    ciaooo Vania

    RispondiElimina
  2. MMM... mi viene già l'acquolina in bocca!

    RispondiElimina
  3. bbbuoni! E perchè non aggiungerci anche delle pepite di cioccolato? O metterci al centro un piccolo nido di marmellata? O glassarli? O cospargerli di granellini di zucchero colorato? O intingerli nel cioccolato fuso? O affogarli direttamente in una tazza di cioccolata calda con panna? E così via, sino a un felice coma diabetico? :p

    RispondiElimina
  4. Viviana carissima.
    Con un po' di imbarazzo per l'assenza che, non certo per mia espressa volontà, si verifica già da troppo tempo e pare voglia prolungarsi ancora chissà per quanto (managgia il lavoro e la stanchezza!!!), passo a farti tantissimi auguri per il neonato 2012.
    Spero che tu l'abbia iniziato nel migliore dei modi, con il tuo bel maritino e tutte le persone che ami.
    E SPERO, SOPRATTUTTO, CHE TI REGALI 366 SPLENDIDI GIORNI D'AMORE.

    RispondiElimina
  5. buoni!!!! :) auguri e un bacione

    RispondiElimina
  6. Che brava!
    Io son riuscita, anni fa, a far rompere un dente a mio marito con la pasta della pizza fatta da me, perciò ammiro incondizionatamente.

    RispondiElimina
  7. @ Vania, non ti piace la cannella? Io la amo molto invece! :-)

    @ Dqu, devo dire che questi biscotti riscuotono sempre un successo lusinghiero. E poi sono così facili da fare… devi provarli assolutamente! Poi fammi sapere. ;-)

    @ Ross, il coma diabetico ci richiama… dolcemente! :-)

    @ Kai, mille grazie e infiniti auguri di buon tutto anche a te!

    @ Elena, davvero da provare! Tanti auguri anche a te!

    @ Cincia, io ho sempre detto di non saper cucinare ed è vero! Se leggi le mie ricette, infatti, sono a prova d'imbranata (quale sono io tra i fornelli). Prova e poi mi dirai se non ho ragione! :-)

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...