giovedì 6 novembre 2008

Io Yogo!



Eccola qui, un’altra grande invenzione dell’umanità: lo Yoga. Meglio ancora, lo Yoga per pigri, per indaffarati, per senza-tempo-da-perdere: lo Yoga a letto, insomma. Troppo bello per essere vero? Assolutamente no! Esistono esercizi di Yoga che si possono fare per garantire al nostro organismo un buon inizio di giornata ed esercizi che ci preparano ad una nottata serena… Io, che già vi ho accennato ad alcuni dei miei acciacchi e relativi rimedi, essendo Marmotta in questo periodo dell’anno dovrei andarmene in letargo e risvegliarmi verso marzo, bella serena e riposata; purtroppo, per occupazione del tempo libero e per il fatto che abbia questo strano vizio di mangiare almeno un paio di volte al dì, devo lavorare anche in inverno e di conseguenza di andarmene in letargo non se ne parla proprio, quindi… io yogo!

Non è proprio come ronfare per un quadrimestre, ben inteso, ma questa pratica del “buon risveglio” e della “buona notte” mi rinfranca, rasserena, mi consente di mettermi in contatto con il “me” corporeo che durante il sonno e la giornata lavorativa dimentico. Il tutto in cinque minuti. Nella tranquilla calma della mia “tana”, quando lo desidero io e ne sento il bisogno. Bello, davvero! Un libro che, come detto, consiglio a pigri, indaffarati e senza-tempo-da-perdere: a tutti, insomma!

Titolo: Lo Yoga a letto
Autore: Edward Vilga
Editore: Corbaccio Editore
Data di pubblicazione: 2006

18 commenti:

  1. Mica male l'idea...credo che comprerò quel libro, dici che basti per imparare?

    RispondiElimina
  2. Ma tu, come stai? (a parte lo stress ovviamente). Come va il braccio?

    L' 11 novembre faremo la presentazione ufficiale del libro "Noi!!Viviamo" alla città; tra le testimomianze di chi l'ha letto, vorrei far leggere quella scritta di un'amica di blog, una certa Viviana di Milano... posso?

    RispondiElimina
  3. ehehe, non ci riesci eh a stare lontana :o)
    avevo pensato di afre yoga quest'inverno, ma ho una certa resistenza che non so da dove proviene, forse temo che spinga troppo alla meditazione, mah...

    RispondiElimina
  4. Ciao, sono ginoilsalumiere di BigSalumeria!... ho aperto un altro blog, che in realtà è un Portale sulla Psichiatria e la CyberTherapy...ti pregherei di far girare la voce affinchè molta gente possa usufruire di questa iniziativa, magari pubblicando un post sul tuo blog che parli della cosa e che contenga il seguente link:
    http://psichiatriaecybertherapy.blogspot.com/

    Poi fammelo sapere commentando il blog suddetto.
    Grazie mille!
    (il commento è uguale per tutti i miei contatti-non ve ne abbiate a male!)

    RispondiElimina
  5. E' un periodo che l'unica cosa che ambisco fare a letto.. e' dormire.
    Pero' hai stuzzicato la mia curiosita'.
    ciao e buon we

    RispondiElimina
  6. in effetti io mi addormentavo sempre a lezione di yoga....quindi lo yoga a letto non è un controsenso!!!
    :D

    Zion

    RispondiElimina
  7. Passavo per un salutino prima di partire... a presto bellissima! ;-)

    RispondiElimina
  8. Ciao passavo per un saluto ma visto che l'argomento è lo yoga ne approfitto per dire la mia. Lo yoga fa bene ad un sacco di cose e fra queste certamente anche ad un migliore risveglio e ad un migliore sonno. Quindi ti consiglio vivamente di praticare yoga. Ho qualche dubbio invece che lo toga si possa imparare leggendo un libro. Soprattutto quelli con questi titoli brillanti tipo "Lo yoga a letto!" "lo Yoga della salute!" "lo Yoga in 5 minuti!" ecc... lo yoga è lo yoga. E' tutto questo messo insieme e molto di più. Lo yoga si bovrebbe fare a letto, in ufficio, in auto nel mezzo al traffico... non so se un libro ti possa insegnare lo yoga... dammi retta, trovati un buon insegnante :)
    Ciao!

    RispondiElimina
  9. * Rosaspina, lo Yoga "serio" è un'altra cosa, ci si iscrive ad un corso possibilmente serio e con serio insegnante. Questo però è un libro utile per chi, come me, non essendo per nulla interessato a filosofia e meditazione connesse allo Yoga serio, ambisce soltanto ad imparare movimenti che possano sciogliere gli arti indolenziti.
    Per quanto riguarda il libro, ti auguro... buon tutto! Sarei onorata se mi citassi. Anche se grazie a Dio non sono di Milano nè ci vivo! :-)

    * Vale, ciao! Eh sì, anch'io credo che lo Yoga "vero" sia molto meditativo ed introspettivo. Forse sbagliando. Ma tant'è: mi tengo alla larga dallo Yoga "vero" e mi limito ad utilizzarne la parte più fisica suggerita in questo libro. Di meditazione ed introspezione mi basta quella che trovo nel T'Ien Shu, non voglio "pasticciare" mischiando discipline e culture.
    Quindi faccio qualche esercizietto con calma prima della nanna e tutto finisce lì! :-)

    * Gino, farò il possibile. Intanto complimenti per l'iniziativa. Ciao!

    * Sub, è proprio per dormire meglio, ovvero sia per riposare davvero e non solo stare per ore ad occhi chiusi che faccio questi esercizi! Coi muscoli ben rilassati è tutt'un'altra cosa, credimi! Ciao bella!

    * Zion, io non ho mai preso lezioni di Yoga. Per la verità non lo vedo proprio congeniale a me...
    Però lo Yoga "per modo di dire" come questo nel libro lo trovo fantastico perchè consente di beneficiare dei movimenti dello Yoga senza la concentrazione e la meditazione richiesti dallo Yoga "vero". Ciao!

    * Ross, ciao e buon viggio! Ci rileggiamo al tuo ritorno! :-)

    * Crampo, credo ci sia stato un fraintendimento. Non credo affatto che si possa imparare Yoga leggendo un libro. Per la verità, non credo si possa imparare alcunchè limitandosi soltanto a leggere libri: secondo me anche le nozioni più empiriche hanno bisogno di applicazioni pratiche, prima o poi.
    Per quanto riguarda Yoga ed arti marziali, poi, credo siano assolutamente indispensabili dei buoni maestri.
    Questo libro io l'ho letto e lo consiglio a chi, come me, voglia beneficiare dei movimenti dello Yoga senza doversi addentrare nella filosofia, nella meditazione, nell'introspezione. Questi, per me, sono esercizi di ginnastica di rilassamento. E nulla più.
    E, poichè trovo questi esercizi estremamente rilassanti, come tali li consiglio. Semplicemente.
    Ma se qualcuno volesse praticare Yoga di certo non è in questo libro che troverebbe la via. Ciao!

    * Kai, ciao! Non va benissimo, per la verità. Ma "tutto scorre". Aspetto che anche la scarogna scorra via... :-D
    Un abbraccio, intanto!

    * Suppaman, contraccambio l'abbraccione one! Mi mancate un casinoooooooooooo!!!!!!

    RispondiElimina
  10. Tu l'hai consigliato, io l'ho letto e... la mia schiena è come nuova!
    Grazie! Non avevo mai sentito parlare di questo libro, ma per fortuan ho scoperto il tuo blog.
    Grazie grazie grazie!

    RispondiElimina
  11. Non conoscevo questo libro nè il blog e sono capitato qui per caso. Ho letto il libro, ho fatto gli esercizi e la mia schiena sta decisamente meglio quindi mi sembrava giusto lasciarti un commento per ringraziarti. Bastano davvero pochi minuti prima di dormire per fare sonni migliori e rilassare i nostri muscoli! E' incredibile ma funziona davvero! Grazie
    Angelo

    RispondiElimina
  12. Angelo e Martina, sono contenta che questo libro abbia avuto effetti benefici anche su di voi! Io, anche adesso che sono a riposo forzato, ho avuto il permesso della mia fisioterapista di fare questi esercizi: sono facili e possono davvero avere effetti molto benefici.
    Grazie a voi per i commenti e... buone yogate a letto!

    RispondiElimina
  13. Oggi è la giornata internazionale dello Yoga. Bello rileggere questo libro: fa sempre bene!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anonimo, è davvero un bel libro: io, almeno, l'ho trovato utile e di facile applicazione. Grazie per il commento. Ciao.

      Elimina
  14. Non si tratta propriamente di pigrizia verso lo yoga, la mia... Il fatto è che c'è un necessario bisogno di entrare in una determinata mentalità! Ed io e lo yoga non abbiamo mai imparato a conoscerci...
    Mai dire mai nella vita e mai porsi limiti! :)
    Fortunatamente sono un tipo curioso e mi lancio a capofitto in ciò che non conosco... chissà, chissà!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Miu Mia, direi che questo libro fa proprio al caso tuo, allora!
      Perchè fa storcere il naso ai "veri" praticanti di Yoga, essendo per lo più attento al movimento fisico e per nulla addentro alla pratica meditativa.
      Leggi, prova e... mi saprai dire! :-)

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...