mercoledì 6 maggio 2015

Spaghetti cinesi

Questa ricetta potrebbe entrare a pieno diritto nella raccolta "Orientaleggiamo" perchè, con qualche variante, si trova nei menù dei ristoranti cinesi disseminati nelle diverse città. 
Facili e veloci da preparare, richiedono pochissimi ingredienti di base - ma possono essere arricchiti con elementi extra, come germogli di soia o cubetti di prosciutto, a seconda dei gusti e... delle disponibilità del frigorifero - e sono un ottimo primo piatto, equiparabile in termini nutrizionali ad altri piatti a base di pasta e verdure.

Ingredienti:
  • spaghetti di riso (se non li avete in casa, leggete l'"idea furbetta" in fondo...)
  • 1 carota
  • 1 zucchina
  • 1/2 cipolla (facoltativa, così no problem in caso di incontri galanti o intolleranze)
  • 1 uovo (facoltativo, così la ricetta è ok anche per i vegani)
  • olio e.v.o.
  • salsa di soia
Si lavano carota e zucchina e le si taglia a fiammifero, mettendole poi a saltare brevemente in padella insieme alla cipolla (facoltativa) tagliata sottilmente, con un po' di olio extravergine d'oliva. Nel frattempo si mette a bollire l'acqua e si cuociono poi gli spaghetti di riso. Attenti a non distrarvi, perchè la cottura è molto più rapida rispetto ai tradizionali spaghetti di grano duro o integrali e questi vanno scolati al dente, così da terminare poi la cottura insieme alle verdure. 
Se volete, in una padella potete preparare un uovo strapazzato.
Scolate gli spaghetti al dente ed aggiungeteli alla padella in cui si trovano le verdure (se l'avete preparato, aggiungete anche l'uovo strapazzato), irrorate con salsa di soia e fate saltare il tutto per qualche istante, così che tutti gli ingredienti si amalgamino per benino, dopo di che servite e buon appetito!

P.S. Per non eccedere con il sodio, che non solo può creare problemi a chi soffre di ipertensione e problemi cardiovascolari, ma è anche imputato di contribuire alla formazione dell'odiata cellulite e della non meno antipatica buccia d'arancia, si può evitare di salare l'acqua di cottura degli spaghetti: il giusto tocco di sale lo apporta la salsa di soia.

Idea furbetta da "Sopravvivenza": se non avete in casa gli spaghetti di riso, potete risparmiare utilizzando i comuni capelli d'angelo. Il risultato finale sarà comunque squisito.

2 commenti:

  1. Mi piacciono gli spaghetti cinesi... e anche quelli di soia, che quando li cuoci diventano semitrasparenti. Saltati con le verdurine nel wok sono deliziosi!!!
    Bacione
    Francesca
    P.S. Ho letto sul blog di Oriana che sei preoccupata di non trovare per L'independence day tutti gli ingredienti a Km 0... Certo, se si trovano è meglio ma non diventare pazza. Gli ingredienti basta che siano bio, di stagione, non manipolati industrialmente... se poi trovi il produttore locale a Km 0 meglio, ma non vorrei mai che l'ID diventasse una Mission Impossible!!! Quindi rilassati, non diventare pazza e soprattutto divertiti!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Francesca, questi spaghetti sono davvero buoni, te lo assicuro!
      Per quanto riguarda la ricetta, ci sto pensando su, grazie!

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...