venerdì 24 gennaio 2014

Arti marziali: chi è il tuo maestro? Vademecum per evitare fregature

Dopo la terribile vicenda del Maestro Aguilar (o presunto tale), ecco che un altro fatto di cronaca investe il mondo delle arti marziali e delle discipline di autodifesa e questa volta il piccolo terremoto mediatico ha epicentro in Italia: a Orbetello un uomo viterbese avrebbe insegnato Krav Maga - disciplina di combattimento israeliana, ottima per l'autodifesa e amata da Elisabetta Canalis, tanto per citare un nome noto - senza averne titolo.
 
La vicenda, divulgata dal quotidiano locale "Il Tirreno", era approdata in tribunale nel 2009 e soltanto nel dicembre 2013 ha avuto una conclusione, con la condanna del trentanovenne "maestro" a un anno e otto mesi di reclusione (pena sospesa) per truffa, calunnie e minacce, queste ultime aggravate dallo status di Carabiniere dell'imputato.
Tutto era cominciato qualche tempo prima, quando Michele Alessi aveva pubblicizzato i suoi corsi di Krav Maga con dei volantini sui quali era riportato il logo della Federazione Italiana di Krav Maga; in un secondo momento, poi, avrebbe asserito - secondo l'accusa - di avere il titolo di istruttore di questa disciplina nonché di avere al proprio attivo esperienze di combattimento e partecipazioni a stages esteri. Tuttavia questo individuo risultava un perfetto sconosciuto alla Federazione Italiana di Krav Maga e, stando a quanto affermato dalla Procura, non sarebbe stato iscritto a nessuna federazione sportiva competente in materia (trovate l'articolo qui).
 
A questo punto qualche domanda nasce spontanea: tu, che pratichi arti marziali, sai chi è il tuo Maestro? Conosci, almeno a grandi linee, il suo curriculum professionale? A quale federazione sportiva sei affiliato? Quale assicurazione ti tutela dagli infortuni in palestra?
Spesso chi si iscrive a un corso di arti marziali o di difesa personale lo fa seguendo una moda (fu così per la Kick Boxing negli anni '90, sull'onda dell'entusiasmo per i film di Jean Claude Van Damme, e prima ancora per il Karate grazie al celeberrimo "Karate Kid" con Ralph Macchio e Pat Morita, mentre in tempi più recenti, dal "lancio" di Brad Pitt con "Fight Club", spopolano le MMA...), ma quanto realmente si sa di quella disciplina e, ancora più importante, di chi si propone di insegnarcela?
 
Certo lo sconfinato mondo delle arti marziali, suddiviso in decine di discipline e centinaia - se non migliaia! - di stili differenti, non è un terreno agevole su cui muoversi e di certo non aiuta l'enorme frammentazione di federazioni e comitati (ne avevo scritto qui): FIWK, PWKA, FJLKAM, FISCAM, AIKMA, AIKO... tanto per citarne alcune.
Ma allora un praticante arti marziali come può sapere se il suo Maestro e il corso che frequenta sono validi o no? Alcuni criteri importanti sono l'affiliazione ad una federazione nazionale e la sottoscrizione di una polizza assicurativa, poi naturalmente il curriculum del Maestro (che non deve essere campato in aria, ma costituito da attestati e diplomi rilasciati da una struttura riconosciuta e firmati dal Presidente o dal suo portavoce).
Un volantino stampato bene o un bel sito web non sono garanzia di affidabilità, possono semplicemente essere pubblicità ingannevole.  Come pare si sia trattato nel caso del presunto istruttore di Krav Maga di Orbetello. Un Maestro che ti insegna la pratica di un'arte marziale è una cosa, un tizio che ti spilla soldi e (forse) ti insegna a menar le mani è un'altra.

7 commenti:

  1. Neanche a farlo apposta proprio oggi il grande Alessio Sakara mi ha scritto su Twitter di non aver nessun cugino che fa MMA, quindi il tizio romano che dice di essere cugino di Sakara e che lavora in una palestra di Saronno è un ciarlatano. Speriamo che non ci siano molti "polli" saronnesi a frequentare i suoi "corsi" (chissà cosa insegna...)!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Elena, non voglio innescare polemiche, spero soltanto che le persone si affidino a Maestri e istruttori seri e competenti.

      Elimina
  2. Un post importantissimo. Il maestro di arti marziali cambia tutto, secondo me.

    RispondiElimina
  3. ah, e ti ho nominata sul mio blog! ;-)

    RispondiElimina
  4. D'altro canto vi sono anche molti "maestri" di arti marziali con decennale esperienza alle spalle che non hanno la benchè minima idea di cosa stanno facendo.......

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie al cielo non ne ho mai conosciuti e, perdonami, ma una simile affermazione fatta da qualcuno che non ha nemmeno il coraggio di firmarsi, assumendosi la responsabilità di ciò che scrive, non credo meriti grande considerazione.

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...